Dott.ssa Paola Cannavò - psicologa

Paola Cannavò
Psicologa e Pedagogista

paola@psicologiagarbagnate.it

PSICOLOGA E PEDAGOGISTA

Sono una Psicologa e Pedagogista Clinica, iscritta all’Albo dell’Ordine degli Psicologi della Lombardia con il n° 17289, specializzata nel trattamento Ecologico-Dinamico dei D.S.A. secondo il sistema Co.Cli.Te.

UN PO’ DI STORIA

In realtà nasco come Educatrice professionale, visto che nel 2004  mi laureo presso l’Università Cattolica di Milano,  Facoltà di Scienze della Formazione, con una tesi sul gioco come strumento di relazione con il bambino autistico (metodo Floortime di Greenspan).

Successivamente ho conseguito un Master di Specializzazione in Pedagogia Clinica, che mi ha permesso di iniziare l’attività di consulenza privata libero professionale, occupandomi soprattutto di bambini con difficoltà emozionali e mi ha permesso di approfondire lo studio dei DSA, specializzandomi nel trattamento ecologico-dinamico Co-Cli-Te.

Nel 2010 ho sentito forte l’esigenza di perfezionare ulteriormente le mie competenze e dedicarmi finalmente alla mia vera passione: la Psicologia; mi sono così laureata in Psicologia Clinica e di Comunità, ottenendo in seguito l’abilitazione all’esercizio della professione (sono iscritta all’Albo dell’Ordine degli Psicologi della Lombardia con il n° 17289). Sto attualmente frequentando il secondo anno della scuola di specializzazione in Psicoterapia presso la EIST di Milano (indirizzo Sistemico – Relazionale).

Nel corso dello svolgimento del mio Tirocinio presso il reparto di Neuropsichiatria infantile di Saronno ho avuto la fortuna di incontrare la mia collega e amica Claudia Carniti, che sarebbe diventata “compagna di avventure” nell’apertura del nostro attuale Studio di Psicologia, dove sono attualmente impegnata.

Lavoro da anni con minori e adolescenti collaborando con scuole, associazioni, comunità, in particolare negli ambiti dei disturbi specifici di apprendimentosostegno scolastico, autismo e nei casi di difficoltà relazionali o ritardi cognitivi e linguistici.  Nell’ambito dell’attività privata mi occupo anche di fornire consulenza e sostegno psicologico ad adulti in situazioni di  depressione,  stati d’ansiaproblematiche emotivelavorative o relazionali. La Famiglia, la coppia e la relazione genitori-figli restano i miei ambiti di intervento privilegiati.

Faccio parte del team di professionisti del centro polispecialistico Medisol di Solaro, dove effettuo consulenze psicologiche per adulti, famiglie, bambini e coppie.

In un’ottica di formazione continua mi mantengo costantemente aggiornata sulle novità in ambito clinico attraverso la lettura di articoli e la partecipazione a convegni e corsi specifici su diverse tematiche. Ho fondato e sono curatrice del blog genitorifelici.info, uno spazio virtuale dedicato ai genitori ed agli appassionati di psicologia, in cui trovare consigli e riflessioni su come vivere la famiglia e la genitorialità, ritagliarsi preziosi  momenti di benessere e crescita personale, oltre a conoscere meglio il magico mondo del bambino.

Citazione Gandhi
Psicologa: a chi è rivolta la terapia

DI COSA MI OCCUPO

Una consulenza può essere utile in caso di:

  • difficoltà relazionali e comportamentali (aggressività, eccessiva timidezza, mancanza di regole, scarsa autostima)
  • periodi particolarmente stressanti o complicati della vita (lutti, malattie, separazioni familiari)
  • Disturbi specifici di apprendimento (dislessia, disgrafia, disortografia, discalculia)
  • Disturbi della comunicazione (problemi di linguaggio, balbuzie)
  • Stati ansiosi (eccessive paure, scarsa autostima, rifiuto della scuola, somatizzazioni, angoscia di separazione)
  • Bambini adottati o nati da percorsi di PMA che faticano ad elaborare la tematica della loro storia/origine
  • Difficoltà scolastiche

Attività clinica

  • Diagnosi psicologica e valutazione psicodiagnostica attraverso la somministrazione di test psicologici per l’eta’ evolutiva
  • sostegno psicologico per le problematiche di crescita
  • percorsi brevi specifici per bambini (educare all’altruismo, prevenzione del bullismo, percorso di autostima, educare alla sessualità, educazione alle emozioni)
  • sostegno nelle difficoltà scolastiche e potenziamento cognitivo (metodo di studio e supporto compiti)
  • trattamento riabilitativo dei dsa secondo l’approccio co.cli.te (pratica ecologico-dinamica)

Una consulenza può essere utile in caso di:

  • scarsa motivazione allo studio
  • mancanza di un progetto di vita
  • problematiche relative all’autostima ed alla costruzione della propria identità
  • difficoltà scolastiche
  • necessità di un orientamento per la scelta della scuola superiore
  • difficoltà nelle relazioni con i genitori o con i coetanei
  • problemi comportamentali

Attività clinica

  • diagnosi psicologica e valutazione diagnostica globale
  • sostegno psicologico per le problematiche inerenti alla crescita
  • percorsi sul metodo di studio e motivazione all’apprendimento, gestione e organizzazione del tempo e delle attività
  • training riabilitativi (potenziamento cognitivo, tecniche di concentrazione, tecniche mnemoniche)
  • percorsi di educazione all’affettività
  • percorsi di potenziamento dell’autostima

Una consulenza può essere utile in caso di:

  • disturbi d’ansia, paure che limitano le attività della vita quotidiana (ansia generalizzata, attacchi di panico, fobie)
  • problematiche lavorative (burn out, mobbing…)
  • stati di tristezza e depressione (senso di vuoto, insoddisfazione, fatica ad affrontare la quotidianità)
  • difficoltà nelle relazioni interpersonali o di comunicazione (eccessiva chiusura e timidezza, paura del giudizio, rabbia inespressa)
  • difficoltà nell’elaborazione di un lutto o problematiche emotive legate a una malattia propria o di un familiare
  • disturbi psicosomatici

Attività clinica

  • valutazione psicodiagnostica tramite colloqui e somministrazione di test specifici
  • prima consultazione ed eventuale presa in carico per sostegno psicologico individuale

Una consulenza può essere utile in caso di:

  • difficoltà di comunicazione tra partners
  • frequenti incomprensioni e litigi
  • situazioni di separazione e divorzio
  • difficoltà in ambito familiare

 Attività clinica

  • prima consultazione e sostegno psicologico alla coppia o alla famiglia
  • tecniche di comunicazione assertiva (come comunicare, come gestire i conflitti in modo costruttivo, come affrontare i problemi)

Una consulenza può essere utile in caso di:

  • Problematiche psicoeducative
  • difficoltà a gestire comportamenti del bambino (comportamento oppositivo, rabbia, non rispetto delle regole, gelosie tra fratelli…)
  • tensioni o difficoltà nella relazione genitori – figli
  • difficoltà nella gestione del bambino adottato (elaborazione della propria origine, attaccamento, problemi relazionali e/o comportamentali)

Attività clinica

  • consulenza pedagogica e sostegno psicologico alla genitorialità biologica ed adottiva
  • sostegno per affrontare separazioni familiari nell’ottica del bambino
  • parent training (addestramento ai genitori) su problematiche specifiche: bambini con disturbi di apprendimento, con disturbo oppositivo-provocatorio, con sindrome di attenzione ed iperattività, con autismo

Il mio intervento si rivolge non solo verso coloro che manifestano problematiche o malesseri, ma anche a chi semplicemente desidera migliorare la propria vita e stare meglio con se stessi e con gli altri, nell’ambito sia privato che professionale.

Nello studio di Psicologia offro percorsi individuali di crescita e promozione del benessere per imparare strategie e tecniche utili per:

  • definire i tuoi obiettivi e prendere decisioni, sia nella vita privata che nell’ambito lavorativo
  • imparare a volerti bene, promuovere la tua unicità
  • migliorare i tuoi rapporti con gli altri, imparare a comunicare in modo più efficace ed assertivo
  • saper gestire situazioni di stress o momenti particolarmente difficili della tua vita
Depressione

COME LAVORO

Accade a chiunque di attraversare momenti difficili, di sconforto, in cui non ci sentiamo capiti e ci sembra di portare sulle spalle il peso del mondo. Ci si sente soli ed abbandonati e spesso le persone a noi vicine, coloro che ci vogliono più bene, non sembrano in grado di alleviare la nostra sofferenza. In momenti come questi può essere utile rivolgersi ad un professionista esterno, formato ed esperto e in grado di offrire uno spazio neutro in cui sentirsi prima di tutto compresi e accettati.

Credo sia importante riconoscere il valore del singolo individuo che richiede il mio intervento, elaborando insieme a lui un percorso personalizzato che tenga conto dei suoi punti di forza e delle sue peculiarità.

E’ quindi fondamentale che ciascuno possa sentirsi accolto e portatore di valore, così da costruire una buona relazione terapeutica e partire insieme verso un viaggio di scoperta che coinvolge ed arricchisce entrambe le parti.

Il mio compito non è di sostituirmi alla persona che mi chiede aiuto, ma di accompagnarla in un percorso di scoperta delle sue risorse così da renderla sempre più autonoma e libera e migliorare la sua qualità di vita.

La mia doppia formazione (come Pedagogista e come Psicologa) costituiscono a mio avviso un punto di forza e mi permettono di operare su due fronti paralleli:

  •  in ambito psicologico cerco di aiutare gli individui a ritrovare il benessere ed a superare momenti di crisi facendo emergere le risorse personali. insieme ricostruiamo il significato degli eventi così da affrontare le difficoltà e migliorare la qualità di vita;
  • in ambito pedagogico aiuto e sostengo i genitori nell’individuazione del corretto approccio educativo verso i propri figli.  La mia consulenza ha lo scopo di guidarli nella lettura della problematica specifica, così da individuare le migliori strategie di risoluzione in relazione alla fascia di età del minore e dei suoi bisogni. Il mio approccio pedagogico, come pure quello psicologico, parte dalla realtà e dalle caratteristiche del singolo individuo che ho di fronte; ciascuna situazione è peculiare e specifica e necessita di un intervento calibrato ed individuale. Insieme si individuano le risorse e i punti di forza e ci si concentra sul “cosa fare e come farlo”, allo scopo di aumentare la competenza genitoriale e, di conseguenza, promuovere l’armonia familiare.

In linea generale i primi 3/4 incontri sono destinati alla raccolta delle informazioni utili ad inquadrare nel miglior modo possibile il problema portato in seduta, per poi fornire una restituzione ed eventualmente proporre una presa in carico e procedere alla co-costruzione degli obiettivi che l’individuo desidera raggiungere.

Il sostegno al bambino prevede di solito un primo colloquio con la famiglia, a cui possono seguire incontri familiari o solo con il minore. Laddove necessario verranno utilizzati test specifici. La presa in carico di minorenni può essere effettuata in seguito alla firma del consenso informato da parte di entrambi i genitori e sono previsti incontri intermedi con la coppia genitoriale per valutare l’andamento del percorso.

Nel caso di prestazioni a minorenni viene richiesta la firma del consenso informato di entrambi i genitori.